Nucleo di supporto ANBSC

PNRR: ulteriori opportunità per i beni confiscati, al via l’Avviso Progetti di Rigenerazione Culturale e Sociale dei Piccoli Borghi Storici

Nell’ambito degli investimenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il MIC ha pubblicato l’Avviso «Progetti di Rigenerazione Culturale e Sociale dei Piccoli Borghi Storici»; la misura proposta è suscettibile di un utilizzo a favore dei beni confiscati già destinati agli Enti territoriali, purché coerenti con le finalità dell’intervento.

Data:
10 Gennaio 2022

PNRR: ulteriori opportunità per i beni confiscati, al via l’Avviso Progetti di Rigenerazione Culturale e Sociale dei Piccoli Borghi Storici

Nell’ambito degli investimenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il MIC ha pubblicato l’Avviso «Progetti di Rigenerazione Culturale e Sociale dei Piccoli Borghi Storici»; la misura proposta è suscettibile di un utilizzo a favore dei beni confiscati già destinati agli Enti territoriali, purché coerenti con le finalità dell’intervento. 

L’Avviso, dedicato ai piccoli borghi storici, è finalizzato a promuovere progetti per la rigenerazione, valorizzazione e gestione del grande patrimonio di storia, arte, cultura e tradizioni presenti nei piccoli centri italiani, integrando obiettivi di tutela del patrimonio culturale con le esigenze di rivitalizzazione sociale ed economica, di rilancio occupazionale e di contrasto dello spopolamento.

La misura proposta è suscettibile di un utilizzo a favore dei beni confiscati già destinati agli Enti territoriali, qualora tali cespiti, per la loro collocazione e la loro natura, risultino coerenti con le finalità dell’intervento.

Destinatari dell’Avviso sono, nello specifico, i piccoli comuni singoli o aggregati con popolazione residente fino a 5.000 abitanti, nei quali sia presente un borgo storico chiaramente identificabile e riconoscibile (o, nel caso di comuni dimensionalmente molto piccoli, si configurino essi stessi come un borgo storico).

Le aggregazioni di comuni possono riguardare comuni limitrofi o comuni ricadenti nella medesima regione che condividono medesimi tematismi. Nel caso di aggregazioni di più comuni fino ad un massimo di tre, in ogni comune dovrà essere presente un borgo storico. Nel caso di Comuni in forma aggregata la candidatura deve essere presentata dal Comune che assume il ruolo di proponente e capofila.

Le risorse saranno ripartite tra Regioni e Province secondo il macro riparto del PNRR, 40% al Mezzogiorno (152 milioni di euro) e 60% al Centro-Nord (228 milioni di euro).

Al contributo eventualmente concesso è possibile aggiungere altri finanziamenti pubblici, comunitari, nazionali o regionali, a condizione che tale contributo non copra lo stesso costo, nel rispetto dei vincoli previsti dall’art. 9 del Regolamento (UE) 2021/241.

È possibile inviare richieste di chiarimenti e informazioni al seguente indirizzo PEO: sg.pnrrborghi@beniculturali.it. Le richieste dovranno essere inoltrate esclusivamente dalla casella di posta del soggetto proponente specificando nell’oggetto: Avviso pubblico Progetti locali per la Rigenerazione Culturale e Sociale – QUESITO.

La domanda potrà essere presentata entro le ore 13:59 del giorno 15 marzo 2022.

Documenti e link:

Ultimo aggiornamento

10 Gennaio 2022, 17:21