Nucleo di supporto ANBSC

Inaugurata la nuova sede della Scuola Superiore della Magistratura, sorge in un immobile confiscato

La sede romana della Scuola Superiore della Magistratura sorge in un immobile confiscato alla criminalità organizzata; inaugurata alla presenza del Presidente Mattarella e del Ministro Lamorgese.

Data:
12 Maggio 2022

Inaugurata la nuova sede della Scuola Superiore della Magistratura, sorge in un immobile confiscato

La sede romana della Scuola Superiore della Magistratura sorge in un immobile confiscato alla criminalità organizzata; inaugurata alla presenza del Presidente Mattarella e del Ministro Lamorgese. 

La nuova sede romana della Scuola Superiore della Magistratura – intitolata al giudice Mario Amato assassinato nel 1980 mentre conduceva indagini sui legami tra organizzazioni eversive e criminalità romana – sorge in un attico adiacente Fontana di Trevi confiscato alla criminalità organizzata.

«In questa, come in altre occasioni, si riafferma la legalità. Oggi portiamo a segno un risultato concreto che ci consente di apporre virtualmente un sigillo a questo immobile: qui le mafie hanno perso», ha affermato il Ministro Lamorgese.

La cerimonia si è tenuta alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che nel suo intervento ha sottolineato «l’alto significato della decisione di trasformare questo luogo privilegiato da ostentazione della illegalità a sede dell’organismo che cura la formazione e l’aggiornamento dei magistrati».

Dopo i saluti iniziali del ministro della Giustizia Marta Cartabia, sono intervenuti il presidente della Scuola, Giorgio Lattanzi, il procuratore generale presso la Corte di cassazione, Giovanni Salvi, e il direttore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata Bruno Corda.

Fonte: Ministero dell’Interno

Ultimo aggiornamento

12 Maggio 2022, 13:08