Nucleo di supporto ANBSC

Da immobile confiscato a “casa della salute”: consegnato bene a Carmiano alla presenza del Ministro Lamorgese

Consegnato a Carmiano (Lecce), immobile confiscato destinato alla realizzazione della Casa della Salute.

Data:
13 Ottobre 2021

Da immobile confiscato a “casa della salute”: consegnato bene a Carmiano alla presenza del Ministro Lamorgese

Consegnato a Carmiano (Lecce), immobile confiscato destinato alla realizzazione della Casa della Salute. 

«Grazie alla efficace sinergia tra tutti i livelli istituzionali è stato riportato nella piena legalità un immobile che ora verrà destinato alla realizzazione della Casa della Salute». Così, il ministro Lamorgese è intervenuta  alla consegna a Carmiano (Lecce), di un immobile che pur formalmente assegnato al Comune per scopi sociali fin dal 2017, era rimasto di fatto abusivamente occupato e ora verrà destinato a un progetto di particolare rilievo dal punto di vista assistenziale e sociale.

«Oggi è una giornata positiva, ha aggiunto la titolare del Viminale, e l’auspicio è che questo diventi un luogo che testimonia la presenza dello Stato, dove vengono forniti servizi a favore della collettività».

Con l’insediamento della commissione straordinaria nella gestione del Comune, infatti, è stata intrapresa la strada diretta all’effettiva acquisizione del bene e alla sua destinazione a beneficio della comunità locale.

Dopo la presa in possesso dell’immobile, nel maggio 2020, sono stati effettuati alcuni interventi di manutenzione straordinaria e l’uso del bene è stato concesso a titolo gratuito alle associazioni “Lilt Sezione Provinciale di Lecce” e “Avis Carmiano”.

«La consegna di oggi – ha sottolineato il ministro –  testimonia il prezioso e complesso lavoro dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata che ha consentito di assegnare finora più di 18.000 beni immobili a Regioni ed Enti locali o ad altre Amministrazioni dello Stato e a soggetti privati appartenenti al cosiddetto Terzo settore per attività di interesse generale.

L’attività dell’Agenzia – ha evidenziato – rappresenta un punto qualificante del sistema antimafia italiano – modello di riferimento anche in ambito internazionale – perché, oltre a colpire le mafie nei propri interessi economici, consente la restituzione in favore della collettività dei beni sottratti al crimine organizzato, inserendoli in un circuito di legalità».

Fonte: Ministero dell’Interno

Ultimo aggiornamento

13 Ottobre 2021, 10:15

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento